Come tornare a messa: ecco il protocollo da rispettare!

Pubblicato giorno 17 maggio 2020 - In home page, Senza categoria

In data 7 maggio 2020 è stato firmato un protocollo, tra il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il Presidente della C.E.I. card. Gualtiero Bassetti, per la “ripresa delle celebrazioni con la partecipazione del popolo” nel rispetto della normativa sanitaria sul contenimento dell’epidemia da SARS-CoV-2.
È richiesto che tutti i fedeli, che intendono partecipare alla S. Messa, osservino scupolosamente le disposizioni messe in atto.

La nostra chiesa di SAN GIOVANNI BATTISTA, in osservanza ai distanziamenti sanitari, può ospitare al massimo 130 fedeli.
È necessario abbandonare le vecchie abitudini, come l’occupare sempre lo stesso posto nel banco oppure andare a sedersi liberamente. Sono stati predisposti dei posti ben precisi, identificati con contrassegni e solo quelli sarà possibile occupare
Sarà poi necessario arrivare in anticipo per evitare assembramenti in ingresso
.

Le Messe festive riprenderanno secondo gli orari consueti. Durante la settimana sarà sospesa celebrazione della mattina e sarà celebrata solo una Messa alle ore 18.

Si chiede a tutti la massima collaborazione nel rispetto delle norme e delle disposizioni, così da poter continuare a celebrare non incorrendo in sanzioni amministrative e/o nella sospensione delle celebrazioni.
Altre informazioni verranno date dopo la Messa.

 

NORME PER L’ACCESSO IN CHIESA PER PARTECIPARE ALLA SANTA MESSA

  • Non è consentito entrare in chiesa per la celebrazione in presenza di sintomi influenzali/respiratori o in presenza di temperatura corporea pari o superiore ai 37,5° C.
    E’ vietato l’ingresso a coloro che sono stati in contatto con persone positive al coronavirus SARS-CoV-2 nei giorni precedenti
  • Entrando in chiesa si deve evitare ogni assembramento, rispettando la distanza di 1,5 metri tra una persona e l’altra.
  • All’ingresso della chiesa ci sarà una persona che ha l’obbligo di far osservare tutte le prescrizioni previste. Indicherà il posto da occupare, sempre cominciando dal davanti della navata (vicino all’altare) occupando gradualmente i posti verso l’uscita.
    Quindi i primi ad entrare in chiesa occuperanno i primi posti e così gradualmente fino in fondo ad esaurimento dei 130 posti disponibili; poi non sarà più possibile entrare.
  • È obbligatorio indossare la mascherina, che copra naso e bocca, prima di entrare in chiesa per la S.Messa.
  • All’ingresso della chiesa è obbligatorio igienizzare le proprie mani usando l’apposito dispenser contenente liquido igienizzante.
  • Ognuno assicuri il rispetto della distanza sanitaria di 1 metro (davanti, dietro, destra, sinistra) avendo cura di non spostarsi a piacere nel banco e di non spostare a proprio piacimento le seggiole.
  • La questua non potrà essere fatta durante la Messa. Per questo sarà posto un contenitore all’uscita della chiesa dove ognuno potrà lasciare la propria offerta.
  •  Si continuerà ad omettere lo scambio del segno della pace.
  • Le acquasantiere continueranno ad essere mantenute vuote.
  •  Al termine della S. Messa inizieranno ad uscire le persone più vicino all’uscita, mantenendo la distanza sanitaria di 1,5 metri, proseguendo gradualmente, senza fretta ed evitando assembramenti, fino allo svuotamento della chiesa.
  • Per favorire il rispetto delle norme di distanziamento, si eviti di entrare in sacrestia se non uno alla volta alla fine della celebrazione.
  • Si può chiedere al sacerdote di potersi confessare, nel pieno rispetto delle misure di distanziamento, indossando sempre la mascherina

 

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)